Facciate Continue

Facciate continue isolanti e personalizzate in provincia di Treviso


Le facciate strutturali di Euroinfissi sono una particolare tipologia di rivestimento esterno in metallo leggero e continuo, che garantisce la resistenza agli agenti atmosferici e la sicurezza nell’impiego, ma che comunque non altera minimamente le caratteristiche della struttura portante dell’edificio. 

Strutture autoportanti per il massimo isolamento 


Con il termine facciata continua si intende una particolare tipologia di involucro leggero e continuo che garantisce tutte le funzioni tipiche di una parete perimetrale esterna, comprese la resistenza agli agenti atmosferici e la sicurezza nell’uso, ma che comunque non contribuisce alle caratteristiche portanti della struttura dell’edificio.
La facciata continua infatti non collabora con la struttura dell’edificio nel suo complesso, in quanto risulta essere esclusivamente autoportante.
Caratteristica comune a tutte le facciate continue è quella di avere una struttura che si conforma sempre come un reticolo strutturale.

I diversi tipi di facciate continue

Esistono diversi tipi di facciate continue, le principali tipologie sono le seguenti:
  • Facciata a montanti e traversi: ha una struttura composta da montanti verticali e traversi orizzontali, che formano un reticolo strutturale al quale vengono poi applicati i tamponamenti, trasparenti od opachi, bloccati dall’esterno mediante un profilo chiamato pressore ricoperto poi da una cartella in alluminio verniciata, solitamente da 50-60 mm.;
  • Facciata strutturale: sempre con reticolo interno formato da montanti e traversi, ma in questo caso i pannelli di tamponamento sono incollati mediante sigillanti strutturali, in modo tale che la struttura sottostante viene completamente nascosta. La fuga tra pannello e pannello viene ridotta e allo stesso tempo, dato che le parti metalliche sono completamente nascoste, la trasmissione di calore e vibrazioni viene fortemente ridotta;
  • Facciata a cellule: costituita da cellule prefabbricate contenenti sia il profilo in alluminio che la parte di tamponamento, queste cellule vengono assemblate in officina per poi essere installate direttamente sull’edificio;
  • Facciata a fissaggi puntuali: in cui le lastre di vetro sono sostenute da particolari bulloni a testa piatta, detti ragni, collegati a dei sostegni che hanno il compito di trasferire i carichi alla struttura;
  • Facciata a doppio involucro: che prevede la costruzione, di fronte alla facciata dell’edificio, sia essa in muratura o in facciata continua tradizionale, di una seconda facciata in vetro ventilata. Le facciate ventilate consentono un miglior controllo delle condizioni interne sia nei mesi estivi che in quelli invernali e si possono considerare come un’evoluzione delle tradizionali facciate vetrate, essendo costituite da una barriera interna ed una esterna separate da un’intercapedine d’aria.
Solitamente la struttura metallica di montanti e traversi viene tamponata con vetro che, oltre a giovare alla luce e al controllo ambientale, fornisce prestazioni architettoniche di ottimo livello, ma grazie all’evoluzione tecnologica nel settore della serramentistica vengono oggi utilizzati altri tamponamenti come ad esempio pannelli compositi nelle più svariate finiture quali effetto pietra, legno, cor-ten…
Tutto ciò fa sì che l’involucro edilizio oggigiorno non sia più inteso come una rigida barriera che separa interno ed esterno, bensì come un filtro dinamico in grado di soddisfare le esigenze di benessere e di risparmi energetico in funzione delle sollecitazioni interne ed esterne.
Per saperne di più chiama subito lo 0438 900079
Share by: